AVVISO DI VIAGGIO! Informazioni importanti sulla situazione del Coronavirus in Oman

Itinerario culturale di 7 giorni

Home > Organizza il Viaggio > Viaggio culturale di 7 giorni

Se hai un po’ più di tempo, potresti andare nell’estremo sud dell’Oman ed esplorare Salalah, l’unica destinazione tropicale del golfo.

Giorno 1 – 2

Salalah

il Governatorato del Dhofar è la regione omanita più famosa per il commercio del Incenso, una pratica secolare sempre florida profondamente radicata nella cultura e nelle tradizioni della regione.

Museum of Frankincense Land

Il Museo della terra di incenso a Salala confina con le rovine del parco archeologico di Al Baleed ed è dedicato alla storia commerciale di questo antico porto. I visitatori possono scoprire come il commercio con l’incenso e la forza marittima hanno assicurato la prosperità della regione nel 12 ° secolo.

Ubar – Lost City

Questa favolosa città perduta, conosciuta anche come l’Atlantide delle Sabbie, è nascosta nel Rub Al Khali (quarto vuoto) e si dice che sia stata trovata vicino all’oasi di Shisr. In tempi antichi ha svolto un ruolo vitale come centro commerciale per l’incenso ed è stato menzionato nelle “Mille e una notte”, la raccolta di storie e racconti popolari del Medio Oriente e dell’Asia meridionale.

Umran’s Grave

La lunga tomba rettangolare del profeta Umran è un luogo sacro per i musulmani, circondata da un piccolo giardino proprio nel cuore di Salalah.
La tomba del profeta Umran si trova a Salalah, nelle vicinanze del comune di Dhofar. La tomba è un lungo rettangolo circondato da un piccolo giardino.

Diving in Salalah

Salalah è un buon punto di partenza per escursioni subacquee e snorkeling offerte dai tour operator locali.

Giorno 3

Mascate

la capitale omanita è il luogo ideale per chi desidera scoprire sia il vecchio che il nuovo della cultura locale.

Camping – Fins

A breve distanza in auto da Bimmah Sinkhole, Fins è un villaggio costiero noto principalmente per le sue spiagge e insenature nascoste incorniciate da sabbie bianche, acque turchesi e le montagne di Al Hajar come sfondo. Perfetto per un’esperienza da campeggio memorabile.

Sultan Qaboos Grand Mosque

Gemma architettonica, la Grande Moschea è l’orgoglio e la gioia dell’Oman. Situata ad Al Ghubrah, ospita il secondo tappeto intrecciato a mano più grande del mondo, nonché uno dei più grandi lampadari al mondo decorato con centinaia di cristalli Swarovski. La moschea è aperta al pubblico da sabato a giovedì tra le 8:00 e le 11:00 in osservanza con il codice di abbigliamento adatto.

Royal Opera House Muscat

La Royal Opera House Muscat ospita spettacoli di livello mondiale e porta artisti da tutto il mondo in Oman, tra cui balletti, opere liriche, musical e altro ancora. Shopping di lusso e cucina raffinata sono disponibili presso l’Opera Galleria, accanto.

Muscat Gate Museum

Uno dei monumenti più fotografati del Sultanato, questo museo è situato su una strada che segna l’ingresso nell’Old Muscat. I visitatori possono visualizzare informazioni generali e storiche sull’Oman e godere della splendida vista sulla corniche di Muttrah dalla terrazza.

Giorno 4

Nakhl e Al Rustaq

il Governatorato di Al-Batina custodisce numerose attrazioni. Di seguito, alcune tra le più importanti.

Wadi Dawkah Reserve

Il Wadi Dawkah è l’habitat naturale del Boswellia sacra – o albero dell’incenso – che può essere popolato su un’area di circa cinque chilometri quadrati. Come parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO Land of Frankincense, ci sono aree di osservazione appositamente designate per i visitatori.

Telegraph Island

Prende il nome da una stazione del telegrafo costruita dagli inglesi nel XIX secolo: Telegraph Island è una delle mete preferite dai turisti che desiderano esplorare le antiche rovine abbandonate, fare snorkeling nelle acque circostanti o semplicemente godersi una crociera in Dhow sull’isola per assistere allo spettacolo dei fiordi di Khawr Ash Sham.

Bidbid Castle

Un pittoresco castello del 16 ° secolo situato su un bivio dall’autostrada Nizwa, il Castello di Bidbid è stato magnificamente restaurato ed è inserito in un’oasi di palme da dattero, con un falaj (canale navigabile) che lo circonda.

Wandering around wadis – Snake Gorge

Snake Gorge is located halfway through Wadi Bani Awf, a wadi that crosses the Al Hajar mountain range; and it was named for the many snakes.-like bends, it is a destination for many visitors who come especially for adventure. as they cross the gorge on foot, across various boulders and water pools. Given the required level of fitness, those wishing to explore it are asked to arrange a guide

Giorno 5

Nizwa

L’entroterra omanita ti attende. La storica città di Nizwa è immersa tra piantagioni di datteri e montagne, e rappresenta il punto di partenza per le avventure culturali di oggi.

Oman Natural History Museum

Il Museo di storia naturale dell’Oman offre una visione affascinante del patrimonio geologico del Sultanato e della sua impressionante flora e fauna, con esposizioni di mammiferi, insetti e uccelli e un bellissimo giardino botanico all’esterno.

Bait Al Zubair

Un tempo residenza privata, la famiglia di proprietà ha trasformato Bait Al Zubair in un importante punto di riferimento della citta’ vecchia. Dall’arte alla fotografia e ai manufatti tradizionali della vita quotidiana, il museo è un must per tutti coloro che sono interessati a conoscere meglio il patrimonio del Sultanato.

Bait Al Baranda

Bait Al Baranda si trova a Muttrah in quella che era la residenza di un importante mercante all’inizio del XX secolo. Le rassegne includono mostre d’arte e storiche di varie epoche.

Seeb Souq

Situato lungo la strada costiera di Seeb, questo souq è un mercato tentacolare che vende di tutto, dai meravigliosi gioielli tradizionali e lussuosi oli profumati, al bestiame e alla frutta coltivata localmente.

Giorno 6

Da Bahla all’antica Manzafah

Il Forte di Bahla è un Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e il più grande dell’Oman. Da qui, la strada conduce a Ibra.

Ain Al Kasfa – Al Rustaq

Situato nel cuore di Al Rustaq, Ain Al Kasfa è una sorgente termale che si dice abbia qualità terapeutiche. Nelle vicinanze sono disponibili sale da bagno appositamente costruite per i visitatori, poiché non è consentito nuotare in primavera.

Wadi Dayqah Dam

La diga di Wadi Dayqah è una delle più grandi della penisola arabica e una fonte di irrigazione e protezione per i villaggi circostanti, in quanto riduce il numero di inondazioni improvvise nell’area. È stata costruita un’area picnic in cima alla diga con una vista meravigliosa per tutti.

Liwa Castle

Con le sue pareti color sabbia e la posizione imponente sopra il villaggio di Liwa, il Castello di Liwa è un’attrazione straordinaria che merita la visita. Appena a nord di Sohar, il villaggio di Liwa si trova all’interno di piantagioni di palme verdi, facendo risaltare ancora di più il castello.

Place and People Museum

Il Museo d’Arte Moderna di Ghalya si trova lungo il bellissimo lungomare di Muttrah – o corniche – ed è diviso in tre diversi reperti: una vecchia casa dell’Oman che mostra la vita nel Sultanato negli anni ’50 -’70, un museo che mette in mostra l’abbigliamento dell’Oman e una galleria d’arte moderna.

Day 7

Da Sur A Mascate

Questa strada costiera regala viste mozzafiato e offre numerose attrazioni interessanti presso cui sostare durante il tragitto.

Wadi Dayqah Dam

La diga di Wadi Dayqah è una delle più grandi della penisola arabica e una fonte di irrigazione e protezione per i villaggi circostanti, in quanto riduce il numero di inondazioni improvvise nell’area. È stata costruita un’area picnic in cima alla diga con una vista meravigliosa per tutti.

Wadi Al Arbeieen

Wadi Al Arbeieen è uno dei wadi più belli del Sultanato, sperimenta un flusso costante di acqua dalle montagne orientali di Hajar e fornendo una fonte di irrigazione ai villaggi circostanti e alle fattorie di palme da dattero.

Bimmah Sinkhole

Parte del parco Hawiyat Najm, Bimmah Sinkhole è una bella attrazione lungo la strada Muscat – Sur, perfetta per un picnic nel parco o anche una breve sosta fotografica.

Bait Al Zubair

Un tempo residenza privata, la famiglia di proprietà ha trasformato Bait Al Zubair in un importante punto di riferimento della citta’ vecchia. Dall’arte alla fotografia e ai manufatti tradizionali della vita quotidiana, il museo è un must per tutti coloro che sono interessati a conoscere meglio il patrimonio del Sultanato.